Cosa vedere nei d’intorni

Gallipoli è una delle mete più amate del Salento, con le sue bellissime spiagge, l’affascinante centro storico e i tanti luoghi di divertimento disseminati sul territorio. Uno dei suoi fiori all’occhiello è rappresentato però da Baia Verde, una vera e propria oasi di pace e bellezza immersa nella natura, nata come periferia della grande Gallipoli e divenuta poi, nel corso degli anni, una delle destinazioni irrinunciabili di moltissimi turisti, oltre che dei residenti.

Baia Verde è diventato, da semplice luogo di villeggiatura per gli abitanti, un vero e proprio punto di ritrovo per le tantissime persone che desiderano trascorrere un’estate indimenticabile dirigendosi verso la costa salentina. Ma cos’è che rende speciale Baia Verde? Cosa è possibile trovare nelle sue vicinanze? 

Spiaggia Punta della Suina

punta-della-suina

Iniziamo con una delle spiagge gallipoline più conosciute, ovvero Punta della Suina. Una lingua di sabbia che si protrae nello splendido mare gallipolino e che fa la propria apparizione davanti agli occhi del visitatore, dopo una rigogliosa e profumata pineta, in cui si mescolano i profumi tipici della macchia mediterranea, del mirto e del ginepro.

Qui i tratti rocciosi della costa si alternano alla sabbia soffice e bianca, contribuendo a creare una location davvero unica, molto molto simile a quella che si è abituati a vedere nelle classiche cartoline dei paesi tropicali. Lo stabilimento balneare si adagia su questo caratteristico tratto di costa, per offrire a tutti i visitatori ogni genere di comodità e servizio.

Gallipoli

Impossibile poi non dirigersi verso il centro della città, romanticamente definita da molti “la perla dello Ionio”, proprio per la sua incredibile bellezza. Gallipoli stupisce già per la sua particolare conformazione, essa infatti è nettamente divisa in due: una zona rappresenta il centro storico, mentre l’altra la parte nuova della città. Il mezzo di divisione è rappresentato da un antico ponte Seicentesco, mentre il centro storico si trova incastonato su un’isola di origine calcarea, circondato dallo splendido mar Ionio.

Mentre la parte moderna della città offre negozi, locali, strutture ricettive e tutto quello che si potrebbe desiderare durante una vacanza, il borgo antico nasconde al suo interno numerose strutture di interesse storico ed artistico che è possibile visitare, come il Castello Angioino, la Cattedrale di Sant’Agata, la Fontana Greca e tanto altro.

Parco di Punta Pizzo

flora-baia-verde

Il Parco Naturale Regionale “Isola di Sant’Andrea – Litorale Punta Pizzo” fu istituito nel 2006 ed è senza dubbio una delle tappe che è impossibile perdersi se ci si trova a Baia Verde. Si colloca nella parte sud occidentale della penisola salentina e le sue incredibili bellezze naturali e paesaggistiche ne hanno fatto un’area protetta di inestimabile valore.

Al suo interno si alternano tantissime varietà di piante e fiori, oltre a diverse specie animali che è possibile ammirare passeggiando tra i suoi sentieri. Tante biodiversità legate alla flora e alla fauna che i visitatori amano osservare recandosi al Parco e attraversandolo a piedi, in bici o addirittura a cavallo.

Insomma, Baia Verde è un posto da non perdere, non solo se si ha voglia di trascorrere qualche giorno di vacanza in una location naturale unica, ma anche se si ha voglia di scoprire i luoghi incantevoli che la circondano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *